Egitto, l'Unesco lancia l'allarme. A rischio il patrimonio archeologico ed artistico

Allarme per il patrimonio archeologico ed artistico in Egitto. Secondo Reuters, i manifestanti hanno fatto irruzione nel Museo Egizio del Cairo venerdì sera e hanno distrutto due mummie di faraoni, diverse statue ed oggetti antichi. Il Direttore Generale dell'Unesco, Irina Bokova, ha dapprima espresso il suo profondo cordoglio per “le vittime dei disordini e le loro famiglie", 190 persone morte dall'inizio delle proteste. Poi si è detta molto preoccupata per il patrimonio culturale egiziano, simbolo dell'identità del Paese e patrimonio dell'umanità intera.

"Il valore dei 120.000 pezzi conservati nel Museo Egizio del Cairo è inestimabile, non solo in termini scientifici o economici, ma perché rappresentano l'identità culturale del popolo egiziano. La prova è che, spontaneamente, centinaia di cittadini hanno formato una catena intorno al museo per proteggerlo. Io solennemente chiedo che tutte le misure necessarie siano prese per salvaguardare i tesori dell'Egitto, al Cairo, Luxor e in tutti gli altri siti culturali e storici del paese."

La stessa Bokova ha detto che è in pericolo anche la libertà di stampa nel paese, molti media si sono visti sospendere le loro licenze. L'Unesco auspica invece che l'attenzione della stampa a livello internazionale, possa contribuire a responsabilizzare politici e manifestanti in Egitto.

Dopo il salto su Continua, trovate uno 'sconvolgente' video appena pubblicato su Youtube da Al Jazeera.

Photo via Associated Press.

  • shares
  • Mail