E' morto Hans Ruedi Giger: addio allo scultore svizzero creatore di Alien

Aveva ricevuto nel 1980 il Premio Oscar per gli effetti speciali insieme a Carlo Rambaldi, Brian Johnson, Nick Allder e Denys Ayling

Lo scultore svizzero Hans Ruedi Giger (vero nome Hans Rudolf Giger) è morto nel pomeriggio di lunedì 12 maggio, in ospedale, in seguito alle conseguenze di una caduta: aveva 73 anni.

Nato a Coira il 5 febbraio 1940 è stato un pittore, scultore e designer d'ispirazione surrealista e simbolica. Nel 1977 ha pubblicato la sua più famosa raccolta di immagini di opere, "Necronomicon".

Ha anche lavorato molti anni nel campo degli effetti speciali cinematografici: nel 1979 ha creato in collaborazione con Carlo Rambaldi la rappresentazione per il grande schermo della creatura protagonista del film "Alien" di Ridley Scott, e nel 1980 ha vinto l'Oscar per i migliori effetti speciali. In tempo più recenti ha realizzato la famosa asta del microfono per il cantante Jonathan Davis dei Korn.

Museum H.R. Giger

Il 20 giugno del 1998 è stato inaugurato ufficialmente il Museum H.R. Giger, una casa-museo realizzata all'interno del castello medioevale di St.Germain, nel comune di Gruyères in Svizzera.

Si tratta di una collezione permanente di molti dei lavori chiave di Giger, tra pitture, sculture, mobili e opere per film. La raccolta va dai primi anni Sessanta ai giorni nostri. Il museo comprende anche un 'Giger Bar', ovvero un bar con scenografie e arredi ideati dall'artista.

Il Museum H.R. Giger è aperto:

da aprile a ottobre
ogni giorno dalle 10 alle 18

da novembre a marzo
dal martedì al venerdì dalle 13 alle 17
sabato e domenica dalle 10 alle 18

Il Giger Bar è chiuso il lunedì da novembre a marzo, mentre da aprile a ottobre è aperto ogni giorno dalle 10 alle 20.30.

Il biglietto d'ingresso costa:

Adulti: 12,50 Franchi Svizzeri/9,80 Euro
Studenti, senior, militari: 8,50 Franchi Svizzeri/6,70 Euro
Bambini: 4 Franchi Svizzeri/3,20 Euro
Biglietto combinato museo e castello di Gruyères: 17 Franchi Svizzeri/13,30 Euro

Si segnala però che alcuni lavori potrebbero non essere adatti ai bambini.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail