Notte dei musei di Torino 2014: musei (quasi) gratis. Ecco il programma

Tutto pronto per l'evento della Notte dei Musei 2014 , che coinvolgerà le città italiane di tutte le regioni. Torino offrirà un programma ricco e gratuito con aperture straordinarie dei musei statali più belli e delle loro stanze più segrete.

Il 17 Maggio non sarà un fine il settimana usuale per Torino; come il ministro Franceschini ha affermato con entusiasmo: "sarà giorno tutta la notte", grazie alla possibilità di visitare, avvolti dall'atmosfera della notte, i musei e i palazzi statali più affascinanti. La città che più di tutte negli ultimi anni sta investendo in cultura, vi offrirà con l'evento, il giusto mix di conoscenza e relax. Il programma, interamente gratuito, se non per il biglietto d'ingresso simbolico di 1 Euro, sarà un modo per i più curiosi di vedere luoghi anche i meno accessibili, che sveleranno la loro bellezza segreta. Ecco il programma della Notte dei Musei di Torino 2014:

Per l'Armeria Reale (Piazza Castello, 191) l'apertura serale sarà prolungata dalle 20 alle 24. Il costo del biglietto sarà di 1 euro e non necessaria la prenotazione. La visita al castello appassionerà non solo per l'opulenza delle stanze dell'antica dimora della famiglia sabauda, oggi patrimonio dell'Unesco, ma anche per la più importante raccolta d'armi storiche appartenute ai sovrani sabaudi o donate dalle campagne militari all'estero. Potrete vedere le armi appartenute a Napoleone Bonaparte, Carlo V ed Emanuele Filiberto e la raccolta di monete di Carlo Alberto.

notte-dei-musei-2014-torino-programma.03jpgDella Fondazione Torino Musei aperti la Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea fino alle 24, ingresso simbolico 1 Euro, dove potrete visitare la mostra dell'artista di Pescara, Ettore Spalletti (1940) dal titolo un Giorno così bianco, così bianco. 70 opere che ricostruiscono l'atmosfera del suo studio per un'invasione a tutto campo del colore.
Il Mao-Museo d'Arte Orientale ( Via San Domenico 11), organizza alle 20.00 visite guidate alla collezione permanente, dove potrete ammirare opere dell'arte antica giapponese: reperti in legno, stoffe e suppellettili, sculture tibetane, opere d'arte islamica con manoscritti del Corano e opere provenienti dall'India e dalla cultura millenaria cinese.
Palazzo Madama (piazza Castello), sarà aperto non solo per visitare il palazzo, ma anche le mostre Tesori dal Portogallo, la Santa Caterina di Artemisia Gentileschi e Tina Modotti ma alla tariffa ordinaria (8 Euro).

Palazzo Reale (Piazzetta reale 1) aprirà alle visite oltre l'Armeria Reale e il Museo dell'Antichità anche l'appartamento di Rappresentanza della monarchia Sabauda al primo piano nobile con il trono, la Sala dello Statuto e delle Udienze.

Nessuna riduzione al biglietto, ma apertura fino alle 24 per la mostra Preraffaelliti. l'Utopia della Bellezza a Palazzo Chiablese (piazza San Giovanni 2) al costo intero di 13 Euro.

Villa della Regina (strada Santa Margherita, 79), esempio di dimora barocca costruito dall'architetto Juvarra a metà del Settecento, concilierà la passeggiata nel sontuoso giardino all'italiana con quella ai piani nobili, affrescati in maniera scenografica che ospitano magnifiche opere d'arte e la collezione di cineserie di porcellana.

Vi piacciono i misteri della medicina e della psichiatria? allora visitate il Museo di antropologia criminale Cesare Lombroso (corso Galileo, 22), nella sede dell'ex Istituto di Medicina Legale, aperto fino a mezzanotte. Qui sono esposti i modelli per gli studi di anatomia, i ferri del mestiere e tante provette anatomiche che sono servite al medico Lombroso per supportare l'ormai superata teoria della criminologia che partiva dalla fisionomia.
Un pò di arte, medicina e antropologia nel Museo di anatomia Luigi Rolando,(corso Massimo d'Azeglio) con reperti primatologici, artistici, libreschi e fotografici e visite guidate organizzate fino all'orario di chiusura. Ad allietare la visita lo spettacolo musicale “Sax in Jazz” del Gruppo Jazz dell’Associazione Musicale degli Studenti Universitari del Piemonte.

La Pinacoteca Albertina (via dell'Accademia Albertina, 8) sarà aperta per visite alla collezione e alle mostre temporanee Dipinti e disegni della Grande Officina di Gaudenzio Ferrari, pittore quattrocentesco attivo in zona lombarda nella Sala dei Cartoni Gaudenziani, e Bruno Martinazzi. Vivere, essere, volere bene, artista nato a Torino nel '23 famoso per le sue sculture in oro dalla linea pura.

I musei da visitare sono tanti, vi consiglio di consultare il programma completo della Notte dei Musei di Torino 2014 sul sito del Comune.

Foto| Comune Torino

  • shares
  • Mail