Back from transmediale: the Open Zone [Part 3];


La Open Zone è in assoluto lo spazio più emozionante del festival, nonostante sia riuscita a viverlo per pochi stralci. Pensata come luogo di attraversamento e formazione continua, Open Zone ha ospitato una straordinaria quantità di gruppi, workshop, performance e installazioni, occupando e riempendo tutta la sala cenrale della Hause.

A metà fra un laboratorio, un hacker space e un'esposizione, considero quest'area e questo concept un deciso successo per la capacità di coinvolgere il publico in attività pratiche e concrete: un modo reale di portarsi dietro un pezzo di festival, ma anche di creare dialoghi e collaborazioni fra gli artisti e i gruppi coinvolti. Delizioio ad esempio la Open Design City allestita dal collettivo Open Design; Identity Bureau, il laboratorio di Heath Bunting dedicato ad una riflessione radicale sull'identià e sul potere; The Wanted & For Sale Office, progetto ideato dal collettivo com.post per promuovere un'econmia basata sul dono e sullo scambio (nel bel mezzo dlla Hause è stato inoltre allestito un vero e proprio mercatino del baratto aperto ai visitatori); interACTicons - Workstation, progetto di Ursula Endlicher dedicato ad una riflessione filosofica, partecipata e teatrale sul scial web che ha coinvolto i partecipanti con workshop e performance live (mi sarebbe piaciuto partecipare...); lo spazio CoS, una pubbblicazione cross-mediale che ha originato una mappa emozionale globale in realtime, esplorando attraverso workshop temi collegati al publishing ubiquo, l'identità, il tempo e lo spazio digitale; Response:Activities, parallelo e complementare al titolo del festival (Response:Ability), uno spazio di workshop dedicato ai media tattici e all'attivismo politico.

Un via vai di gente composito che ha potuto beneficiare di contatti diretti con gli artisti, scegliendo secondo le proprie attitudini wprkshop, presentazioni, performance: ogni festival secondo me dovrebbe implementare moduli di questo tipo nella sua programmazione.

transmediale - Open Zone








  • shares
  • Mail