La Jihad di Adel Abidin

Adel Abidin "Jihad" (2006) (Clip) from El-Sphere on Vimeo.

Adel Abidin (classe 1973) ha studiato Addademia di Belle Arti a Baghdad per trasferirsi a Helsinki nel 2000. Iniziando la sua carriera come pittore, ha poi scelto il video dedicandosi ai nuovi media: i suoi lavori mischiano video, sculture e installazioni, usando umorismo e ironia per esplorare temi come l'identità culturale, la marginalizzazione, il nazionalismo, la guerra, il terrorismo, i conflitti emergenti di un mondo sempre più precario.

Eccone un esempio in questo video del 2006, Jihad, una reinterpretazione del tipico video-messaggio in cui un (presunto) "terrorista" recita una frase del Corano, a faccia coperta e Kalashnikov in mano. Immagini simbolo pompate dai massmedia tanto da diventare archetipi. Il terrorista di Abidin stringe in mano una chitarra, dietro le sue spalle campeggia la bandiera a stelle e strisce degli State e se inizia effettiamente il suo messaggio con versetto di Corano, quasi immediatamente l'atmosfera cambia. L'uomo si concentra sulla chitarra acustica e intona una canzone: "This land is my land". Parole che è sempre bene ricordare.

Per saperne di più sull'autore è possibile visitare il suo sito a questo link.

  • shares
  • Mail