L’avatar che vorrei, da Second Life alla galleria

Dopo un anno speso ad interagire con gli abitanti del mondo virtuale di Second Life Second Life, Eva e Franco Mattes, più noti come i fondatori di 0100101110101101.ORG, 0100101110101101.ORG , hanno prodotto una serie di tele che ritraggono gli avator più belli, visibili ancora per poco al Postmasters di N.Y. postmasters.

Un “ritratto” di “autoritratti”, dato che di avatar si parla, cioè gli alter ego degli utenti del mondo virtuale. Il titolo cita la serie di Andy Warhol "13 Most Beautiful Boys" e "13 Most Beautiful Women". E sempre di star si parla. Non è detto poi che quelle disegnate siano meno vere di quelle reali.

Tra i più promettenti artisti italiani della net.art e non, i “Bonnie e Clyde” della scena contemporanea si interrogano sui progressi della tecnologia, sulle identità immaginarie e sull’arte che ritrae la vita virtuale.

  • shares
  • Mail