Il Tar della Lombardia blocca il ritorno agli eredi della Santa Caterina di Bernardo Strozzi


C'è un quadro di Bernardo Strozzi, una Santa Caterina d'Alessandria, che l'intellettuale americano Charles A. Loeser acquistò circa cento anni fa a Firenze. Loeser trascorse gran parte della sua vita nel capoluogo toscano, scrivendo di arte e mettendo in piedi una collezione di prim'ordine, che, prima di morire, avrebbe donato al Museo degli Uffizi, alla Casa Bianca e ad altri prestigiosi musei.

Durante l'occupazione tedesca, il quadro dello Strozzi venne trafugato dai nazisti e se ne persero le tracce. Due anni fa la pronipote di Loeser, Philippa Calnan, residente a Beverly Hills, venne avvista da Sotheby's Milano per farle sapere che un venditore aveva offerto il dipinto in asta.

La Calnan è stata invitata in Italia dalle autorità per riconoscere ufficialmente il dipinto, il cui valore, secondo una prima stima, si aggira intorno ai 500.000 euro. Ma il tribunale regionale della Lombardia (Tar), ha negato la sua domanda di esportazione del dipinto per il fatto che il termine entro cui la sua famiglia poteva riappropriarsi dei dipinti perduti, era scaduto nel 2004.

Al momento quindi, Philippa Calnan, difesa da Alessandro Pallottino, si dice sconcertata: "nessuna domanda di esportazione può essere presentata senza, al tempo stesso, avere il quadro in questione”. Insomma, un pasticcio burocratico in salsa italiana, che però non rende minimamente omaggio alla figura di un grande mecenate come Charles A. Loeser, che tanto ha amato l'Italia.

Nel frattempo, se volete vedere questo bel quadro, sappiate che una delle copie è in mostra a Castel Sismondo di Rimini fino al 27 marzo 2011.

Il Tar della Lombardia blocca il ritorno agli eredi della Santa Caterina di Bernardo Strozzi

  • shares
  • Mail