Dead Drops, le chiavette USB nei muri di Aram Bartholl

Dead Drops, le chiavette USB nei muri di Aram Bartholl

Si chiama Dead Drops questo progetto di Aram Bartholl: non è recentissimo - l'ha lanciato sui muri di New York nell'ottobre scorso, si leggeva qualcosa su Vodafone Lab - ma è comunque interessante, e soprattutto si è moltiplicato sui muri di mezzo mondo. Che cosa ha pensato Aram? Di murare memorie flash USB nei muri delle città.

Lasciarle libere e vuote, liberamente accessibili a chiunque, in modo che si possa scaricare quel che si desidera o condividere e prendere quel che si trova. L'unico file all'interno delle memorie è un read me dell'artista con le "istruzioni". Su Flickr si trovano alcune immagini delle prime installazioni. A giudicare dalla mappa che ha pubblicato sul suo sito, ce n'è qualcuno anche in Italia - io ne ho scovato una a Bollate, in provincia di Milano, ma non è l'unica.

Naturalmente la partecipazione è fondamentale, Aram consiglia caldamente di imitarlo: avete individuato una crepa dove murare una vecchia chiavetta USB? Leggetevi il suo manuale e costruite il vostro Dead Drop. Potete seguire l'evoluzione del progettO Dead Drop anche su Twitter, e c'è anche un'app mobile - ma solo per Android.

Dead Drops, le chiavette USB nei muri di Aram Bartholl
Dead Drops, le chiavette USB nei muri di Aram Bartholl
Dead Drops, le chiavette USB nei muri di Aram Bartholl
Dead Drops, le chiavette USB nei muri di Aram Bartholl

  • shares
  • Mail