Man Ray, 'The Fifty Faces of Juliet' alla Fondazione Marconi di Milano

Apre giovedì 9 giugno 2011 (h 19) alla Fondazione Marconi di Milano Man Ray The Fifty Faces of Juliet, una ricognizione attraverso cinquanta fotografie scattate tra il 1941 e il 1955 da Man Ray alla moglie e modella Juliet Browner, conosciuta ad Hollywood nel 1940. I due si erano sposati nel 1946 a Beverly Hills insieme ad un'altra coppia: Max Ernst e Dorothea Tanning.

Un rapporto documentato attraverso la fotografia, che riporta lo sguardo curioso, mai banale, di Man Ray. Ogni fotografia, ogni scatto, è anche l'atto di scoperta di un nuovo aspetto della personalità e della bellezza della moglie. Ecco perché '50 facce', non si tratta solo di scoprire Juliet in abiti differenti o intenta in diverse faccende. Lo studio sulla donna è allo stesso tempo uno studio sulle potenzialità di approfondimento psicologico del mezzo fotografico, che sintetizza la ricerca sulla luce del maestro. Solarizzazione, retinatura, sovrasviluppo e ritocco con pastelli colorati, carta velina e carte semi trasparenti utilizzate nello sviluppo del negativo in camera oscura.

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 29 luglio 2011.

Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano
Man Ray, \'The Fifty Faces of Juliet\' alla Fondazione Marconi di Milano

  • shares
  • Mail