The Brick Artist: le sculture in Lego di Nathan Sawaya


Da tempo ormai il Lego viene utilizzato per sconfinare dal mondo dei giochi a quello dell'arte, due mondi sempre più vicini che spesso entrano in collisione creando evoluzioni inaspettate. E certo viene da dire che per costruire certi modelli del famoso gioco, ci vuole veramente talento. Forse potremmo iniziare a parlare di un vero e proprio filone di Lego Art, un filone in grande espansione, tra gli artisti quarantenni che ci mettono il know-how di una vita e quelli new generation che apportano nuove idee e ispirazioni.

Nathan Sawaya è un trentaseienne americano specializzato in installazioni di migliaia e migliaia di mattoncini; nel suo studio newyorkese dispone di qualcosa come un milione e mezzo di pezzi di lego per realizzare le sue sculture, che per inciso, vende a non meno di 10.000 dollari l'una. Sculture che sono il frutto di una ricerca costante verso il colore giusto e il movimento perfetto; niente progetti e schizzi preparatori, Sawaya si concentra sulla struttura e la elabora strada facendo.

Dal Lego Cello, al simbolo della pace, alle varie figure umane in proporzione naturale, Nathan è l'archetipo del brick artist, e infatti The Brick Artist è il nome del suo sito, in cui i mattoncini sono molecole di un mondo parallelo che riproduce porzioni di realtà. Fino al 30 luglio 2011 lo trovate in mostra a Parigi, alla Spot Gallery.

  • shares
  • Mail