Le sculture di giornali di Nick Georgiou

Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti

Attenti a quello che buttate, potreste ritrovarvelo prima o poi sotto forma di opera d'arte. Come possiamo definire Nick Georgiou? Un virtuoso della materia cartacea sicuramente; scolpisce a suon di pagine di libri, quotidiani e giornali -scartati o di recupero,rigorosamente- le sue opere perfettamente rifinite e prodighe di dettagli.

Sono opere, quelle di Georgiou (di Tucson, Arizona), che appartengono alla strada, e posizionate negli angoli più anonimi delle città, trovano il loro habitat ideale visto che sono realizzate con migliaia di pagine che riportano notizie, gossip, storie e leggende della città stessa.

E' un modo senza dubbio inconsueto di usare il medium carta, assemblato con la nostalgia che pervade l'era digitale rispetto al mondo stampato dei libri e dei giornali, un mondo che forse scompairà o forse no, ma il timore resta. E allora ecco venirci incontro i personaggi fantastici e le maschere archetipiche di carta, per fermare nel tempo il ricordo, attraverso quegli strani occhi cilindrici che ti osservano da dietro l'angolo.

Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti
Nick Georgiou, instalazioni urbane di giornali scolpiti

  • shares
  • Mail