Deserto Rosso. La catastrofe su iPhone

Ideata dall'artista Franc Ancel in collaborazione con il compositore Rodolphe Alexis, il grafico Alex Singer e il gruppo INTERSECTION, Deserto Rosso è un'applicazione per iPhone da pochissimi giorni disponibile gratuitamente su iTunes.

Deserto Rosso nasce a pochi giorni dal disastro di Fukushima che ha turbato milioni di persone (fra cui chi scrive, come sapete), nell'idea di trovare una forma narrativa, formale ed estetica all'imminente avverarsi di una catastrofe. Il progetto, lanciato contemporaneamente sia alla Biennale di Venezia che presso Art Basel 42, si ispira all'omonimo film di Michelangelo Antonioni in cui il regista si confronta con la società industriale attraverso l'incomunicabilità degli esseri umani di fronte all'evento catastofico.

Ecco come funziona e cosa succede quando si usa l'applicazione. Un epicento virtuale, visuale e sonoro viene creato e geolocalizzatoin un punto simbolico ello schermo da cui si irradiano una luce e un suono "rossi". Più ci si avvicina spazialmente all'epicentro scelto, più il suono e la luce si fanno densi e intensi. L'utente può a sua volta trasmettere questa esperienza inviando una cartolina dal cuore di un epicentro selezionato da una lista presente nell'applicazione e inviarlo ai propri contatti via mail o social network: l'insieme di immagini e parole crea un mosaico di istanti condivisi.

L'applicazione è scaricabile a questo link.

  • shares
  • Mail