Sculture di burro: se n'è andata Norma Lyon "The Butter Cow Lady"


Aveva 9 figli e 23 nipotini e viveva in una fattoria dell'Iowa specializzata in prodotti caseari. Cosa c'entra con l'arte, direte voi, ma la signora in questione, al secolo Norma Lyon, era nota come The Butter Cow Lady e scolpiva nel burro; tonnellate di burro plasmate fino a formare per esempio la riproduzione dell'Ultima Cena o la Pietà di Michelangelo.

Dopo gli studi in arte alla Iowa State University, dove si impratichì di scultura e scultura nel ghiaccio, divenne l'artista incaricata di riprodurre l'icona simbolo dell'Iowa State Fair sin dal 2011: The Butter Cow, ovvero la mucca di burro. Da lì è stato un attimo rivolgere la propria attenzione ed energia verso soggetti più rilevanti dal punto di vista del contenuto sia artistico che di forte impatto popolare (come i ritratti di Elvis e John Wayne).

Mucca di burro o no, comunque da subito questa curiosa -e talentuosa- signora ha riscosso un certo successo in America; un po' perchè girava le grandi fiere agricole con le sue opere (considerate sempre dei must see), e un po' perchè le troupe televisive arrivavano come api sul miele, attratte dalla romantica immagine del burro scolpito ad arte. Un bel colpo non c'è che dire, anche per l'industria casearia, vien voglia di andare subito a spalmare una bella fetta di pane.

Via | NYTimes

  • shares
  • Mail