A Berlino i graffiti di Parigi nelle fotografie di Brassai

In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino

Se siete a Berlino, o avete intenzione di farci un salto entro la fine di agosto, vi consiglio di visitare una doppia mostra sul fotografo ungherese Gyula Halász, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Brassaï.

Organizzata dalla National Gallery, la mostra In the Studio e On the Street sarà visitabile fino al 28 agosto. La prima parte (costituita con la collezione del Berggruen Museum) ci conduce alla scoperta del rapporto tra Brassai ed i contemporanei: Braque, Picasso e i surrealisti. La seconda ci porta all'interno di quello che Henry Miller definì l'occhio di Parigi, la personalità di un vero e proprio poeta prestato alla fotografia.

Grazie a lui abbiamo testimonianza dei veri e propri graffiti scolpiti sulle mura di Parigi ai primi del novecento. Sono testimonianza di un'arte primitiva, spontanea, di cui, dopo Brassai, si innamoreranno in molti, tra cui Jean Dubuffet.

In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino
In the Studio e On the Street - Brassai a Berlino

  • shares
  • Mail