Musei statali: boom di ingressi dopo la rivoluzione di orari e tariffe

Diffusi i dati relativi al secondo mese di applicazione del nuovo decreto

Sono due mesi che è in vigore la riforma del sistema museale italiano e i risultati raccolti finora sono stati una vera e propria sorpresa più che positiva: dopo l'approvazione del decreto che regolamenta i cambiamenti di biglietti e orari nei musei statali, c'è stato un incredibile boom di visitatori.

Il ministero dei Beni culturali ha da poco diffuso i dati relativi al secondo mese di applicazione delle nuove norme - entrate in vigore il primo luglio scorso -, messi a confronto con lo stesso periodo del 2013. Il mese di agosto 2014, rispetto ad agosto 2013, ha registrato un aumento del 10% del numero dei visitatori (+323 mila), dell'11% degli incassi (+1.250mila euro) e dell'8% degli ingressi gratuiti (+115 mila).

Ha precisato inoltre il MIBACT:

"Grandi e piccoli musei stanno beneficiando della nuova struttura tariffaria, delle aperture prolungate il venerdì e della prima domenica del mese gratuita che sta più che compensando l'eliminazione della gratuità per gli over 65 anni"

I siti che hanno registrato l' incremento più alto del numero dei visitatori sono il Palazzo ducale di Mantova (+111% corrispondenti a +15mila visitatori) e il circuito museale di Arezzo (+187%, +1.200 visitatori).


    AGOSTO 2014 vs AGOSTO 2013

    Colosseo +16% (+ 94mila visitatori)
    Pompei +12% (+38mila visitatori)
    Parco di Capodimonte +20% (+20mila visitatori)
    Circuito museale di Firenze +18% (+14mila visitatori)
    Castel S. Angelo +18% (+15mila visitatori)
    Galleria dell'Accademia e Museo degli strumenti musicali di Firenze +7% (+9.447 visitatori)
    Brera +54% (+8.500 visitatori)
    Circuito museale di Torino +42% (+7.555 visitatori)
    Scavi di Ostia antica +42% (+7.542 visitatori)
    Uffizi +3% (+6.500 visitatori)
    Museo archeologico di Napoli +28% (+6mila visitatori)
    Terme di Caracalla +24% (+5.565 visitatori)
    Villa Adriana +28% (+5.000 visitatori)
    Rocca demaniale di Gradara +15% (+4.500 visitatori)
    Museo archeologico di Cagliari +45% (+2.300 visitatori)
    Paestum +7% (+2.000 visitatori)
    Ercolano +5% (+1.500 visitatori)
    Galleria nazionale di Parma +29% (+1.100 visitatori)
    Cerveteri +32% (+1.100 visitatori)
    Museo archeologico di Ferrara +40% (+1.000 visitatori)
    Area archeologica di Benevento +65% (+1.000 visitatori)

Intanto come vi accennavamo ieri, qualche giorno fa l'ente ha reso noti i nomi dei venti musei che saranno dotati di autonomia speciale (2 Soprintendenze speciali e a 18 musei) che saranno guidati da un dirigente e avranno autonomia contabile, gestionale e amministrativa. All'interno di questa riforma varata dal Cdm i principali provvedimenti approvati sono: un percorso pedonale per collegare l'aeroporto di Fiumicino con il Porto di Traiano, la possibilità per i sindaci di ricorrere contro il parere di una Soprintendenza per sbloccare una grande opera urbana e la salvaguardia dell'Etruscologia laziale.

Enrico Letta Government To Face Confidence Vote

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail