David LaChapelle alla Lever House di New York

David LaChapelle

David LaChapelle colpisce ancora l'immaginario collettivo e per di più gratuitamente. Lo fa con la sua From Darkness to Light (che si può visitare a costo zero fino al 30 settembre alla Lever House si New York). E' un'opera visionaria, come al solito. Consiste di quattro installazioni esposte al piano terra dell'edificio visibili anche dall'esterno. Lo scopo è quello di coinvolgere lo spettatore, far diventare la sua arte un'esperienza condivisa. Infatti, sul sito ufficiale potete trovare il video di una dance installation live in cui i ballerini effettuano una coreografia in mezzo a persone che osservano la collettiva o che semplicemente si trovano nei dintorni. L'opera è composta dall' Installazione di Adamo, la Zattera di illusione e la Catena della vita. La quarta installazione è proprio il balletto (Dance Istallation).

Naturalmente la fotografia è sempre al centro dell'arte di LaChapelle, ma in questo caso l'ha utilizzata in modi differenti e sperimentali, con l'applicazione di adesivi, ad esempio, di un collage e di una catena di carta. I pezzi sono ispirati alla semplicità del precoce approccio infantile all'arte rielaborato attraverso lo sguardo dell'adulto. In particolare la prima opera è una vera e propria allegoria della vita, un'opera magna che prende diversi spunti dal Rinascimento. Leggiamo in merito una dichiarazione di LaChapelle:

"La cultura contemporanea ci predispone ad associare la figura nella fotografia attraverso la lente della pornografia, della cultura delle merci via Internet e tramite le immagini stampate. Siamo circondati da donne e uomini della pubblicità, che attira i nostri occhi e il nostro portafogli. In questa mostra cerco un nuovo rinascimento visivo, una rivisitazione della forma umana e il suo rapporto con il divino. La mia installazione alla Lever House mette in evidenza il potenziale di redenzione ed esalta il corpo nudo. Nel contesto della fotografia contemporanea, le immagini proposte sono quasi un ibrido tra immagine artigianale e fotografica. Ciò evidenzia l'emancipazione della figura, liberando la forma umana dalla schiavitù della fotografica co(mo)dificata e, infine, la connessione ciclica tra innocenza e l'illuminazione. Ispirandomi al Rinascimento per le pose, spero di ispirare gioia e suscitare la curiosità di chi guarda e, in qualche modo, elevare la figura della persona dal suo attuale stato di merce. "


Non va tanto per il sottile LaChapelle. Il corpo umano diventato merce di scambio per cui invocare una sorta di redenzione collettiva. Il corpo bistrattato dalla pubblicità, dalla pornografia e dalle riviste da salvare ed elevare. Dalle tenebre alla luce, per l'appunto. Non c'è alcun riferimento alla divinità o a un dio, anzi, non si è mai vista così tanta umanità nelle opere dell'eclettico artista. From Darkness to Ligh merita senza dubbio una visita, se non di persona, quanto meno virtuale: il video della quarta installazione danzante è imperdibile.

David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York

Via | David LaChapelle

David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York
David LaChapelle alla Lever House di New York

  • shares
  • Mail