Mostre a Milano 2014: arriva a Palazzo Morando "Promessi Sposi 2.0"

L'esposizione, nata da un'idea del regista Duccio Forzano, sarà visitabile fino al 7 dicembre 2014


Un'altra famosa parodia del romanzo di Alessandro Manzoni: quella degli Oblivion.

Palazzo Morando | Costume Moda Immagine ospiterà fino al 7 dicembre 2014 la mostra multimediale "Promessi Sposi 2.0", una co-produzione Comune di Milano-Cultura e Penny Lane Production in collaborazione con la Rai, realizzata nell'ambito delle iniziative del palinsesto "Milano Cuore d'Europa" in occasione del semestre europeo.

L'assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha spiegato:

"L'intensità della storia della relazione tra Milano e i Promessi Sposi e' grande e non si affievolisce con il tempo, come dimostra il costante affetto che la città ha tributato a questo capolavoro e al suo autore. Tra l'altro, nel 2015 restituiremo, dopo un attento restauro, la Casa del Manzoni alla piena funzione pubblica, per offrire ai milanesi e ai visitatori dell'Expo una rinnovata proposta museale e un programma di iniziative legate alla letteratura di ieri e di oggi"

Nata dall'idea del regista Duccio Forzano in collaborazione con il Comune di Milano, la mostra rappresenta un viaggio multimediale tra le installazioni di costumi di scena e materiale esclusivo dell'archivio Rai, con gli storici sceneggiati televisivi, le parodie del Quartetto Cetra e quella leggendaria del Trio Marchesini, Solenghi, Lopez. Forzano ha precisato:

"La mostra Promessi Sposi 2.0 nasce dal desiderio di creare un'alchimia tra linguaggi antichi e istantanei, di fare dell’innovazione tecnologica un linguaggio al servizio della letteratura e, in particolare, del romanzo storico più famoso e più letto tra quelli scritti in lingua italiana [...] Si tratta di un percorso multimediale, un ponte tra passato e futuro in cui si incrociano l'esposizione di autoscatti, i selfie a tema manzoniano, pervenuti durante una campagna social promossa ad hoc, costumi di scena e materiali esclusivi delle Teche RAI, pavimenti ricoperti da i volti di tutti coloro che hanno partecipato alla videoinstallazione: quelle voci e quei volti di gente comune che Manzoni avrebbe definito la 'moltitudine silenziosa'"

Informazioni utili per visitare la mostra

Palazzo Morando si trova a Milano in via Sant'Andrea 6 (M1 fermata San Babila, M3 fermata Montenapoleone - tram 1,2 - bus 94): è aperto da martedì a domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 17.30.

Il biglietto d'ingresso costa 5€ (intero) e 3€ (ridotto).

PromessiSposi2.0_abiti

Foto | Ufficio Stampa Comune di Milano

  • shares
  • Mail