An American Girl in Italy compie 60 anni

Ruth Orkin
Si chiama Ninalee Craig la protagonista del celebre scatto fotografico American girl in Italy (1951), nome in realtà di una serie di foto a tema, tutte scattate nella città di Firenze. Ninalee oggi ha 83 anni e 60 ne sono passati da quando la sua amica fotografa, Ruth Orkin, la immortalò in quella che è diventata icona di un molteplice immaginario: scorcio di un'Italia che fu, quella del dopoguerra, ritratto di un incontro-scontro tra culture e sguardi. Quindici uomini si voltano al passaggio di questa giovane donna americana, di appena 23 anni, che sembra attraversare lo spazio con il profilo e il passo di una dea greca (evocata anche dalle forme della gonna e dei calzari), con un'espressione ambigua: di disagio e imbarazzo oppure estatica, sognante. Oggi Ninalee rivela di non aver provato disagio in quel momento: "Dovunque andassi era così, avevo gli occhi addosso, ma non mi sono mai sentita molestata, anzi. È come se quegli sguardi mi trasmettessero sicurezza in me stessa: mi veniva da alzare un po’ più il mento e andare avanti a testa alta. Fa bene quel tipo di sguardo”.

Erano andate insieme in vacanza le due amiche e Ruth le chiese di fare da modella per una serie di scatti che contava di vendere all'Herald Tribune. Il giornale non le acquistò ma la fortuna di quella foto crebbe negli anni. Ora è talmente celebre da diventare fonte di ispirazione per gli attori di Hollywood alle prese con lo studio del personaggio, e di registi interessati a riprodurre atmosfere di un’Italia del passato. Non è un caso: la grandezza di questa foto è proprio quella di apparire come un pezzo di cinema, dove però l'autenticità che traspare travolge qualsiasi idea di set. E' come affacciarsi in strada e allo stesso tempo entrare in un cinema. Potere di una foto che è diventata icona e ancora oggi continua a stupire.

Via | Artitude

  • shares
  • Mail