La Pechino di Ai Weiwei su Travelblog

ai weiwei pechino incubo2Ai Weiwei - l'artista e dissidente cinese incarcerato nell'aprile scorso - ha pubblicato su NewsWeek un ritratto della Pechino in cui vive e dei luoghi in cui è stato recluso per 81 giorni dal 2 aprile al 22 giugno 2011. Ai Weiwei racconta anche e soprattutto le carceri:

Il mio calvario mi ha fatto capire che ci sono molti buchi neri in questo luogo, dove gettano le persone, togliendo loro l’identità. Senza nomi, solo numeri. (…) ci sono migliaia di posti come questi. Solo la tua famiglia ti piange, e sa che sei sparito. Chiede, ma non riesce a ottenere risposte, nemmeno dai livelli più alti della polizia o del governo. Mia moglie ha chiesto ogni giorno informazioni sul mio conto, chiamando ogni stazione di polizia. Dov’è mio marito? Ditemi solo dov’è mio marito. Niente documenti, niente informazioni.

Qui solo un estratto, leggete su Travelblog la Pechino da incubo di Ai Weiwei.

  • shares
  • Mail