La copia irrilevante

copia irrilevante

"Nel campo dell'estetica siamo riusciti a fuggire dai paradigmi attraverso un sempre maggior allontanemento dalla concezione platonica dell'arte. Una volta abbandonata la concezione dell'arte come mimesi, allora la questione del copiare diventa irrilevante: e la digitalità è utile soltanto, come ho già rilevato, in un contesto in cui si ha le necessità pratica di produrre molte copie di qualcosa.

Nell'arte moderna (e postmoderna), copiare è irrilevante: ciò che l'arte ci presenta è piuttosto un mondo in cui le opere sono create per riempire gli interstizi inesplorati dell'infinito campo delle possibilità."

Tratto dal volume: Che cos'è l'amore. Tutto quello che avete sempre saputo sull'amore ma non siete mai riusciti a spiegarvi (pg 552-553), F. Bacchini C. Lalli, prefazione di Mrgherita Hack, B.C. Dalai Editore (2003)

Rubrica | Cos'è l'arte

  • shares
  • Mail