La Basilica di Sant'Ambrogio a Milano: la storia, le curiosità e le tradizioni natalizie

La Basilica di Sant'Ambrogio è dedicata al santo patrono del capoluogo lombardo, tutto quello che c'è da sapere per programmare la vostra visita

Costruita tra il 379 e il 386 la Basilica di Sant'Ambrogio a Milano è dedicata al santo patrono della città: è una delle più antiche chiese del capoluogo lombardo ed è tradizionalmente considerata la seconda chiesa per importanza (dopo il Duomo).

La zona su cui sorge era il luogo in cui venivano sepolti i cristiani martirizzati dalle persecuzioni, per cui Sant'Ambrogio - ai tempi vescovo di Milano - la intitolò Basilica Martyrum. Quando il grande santo morì, venne sepolto al suo interno e la chiesa cambiò nome in quello attuale. L'aspetto definitivo però la basilica lo raggiunse tra il 1088 e il 1099.

Dal 1866 davanti alla basilica ogni anno, in occasione della festività di Sant'Ambrogio, si svolge la Fiera degli Oh bej! Oh bej!, il mercatino che prende il nome dalle grida dei venditori che cercano di richiamare l'attenzione dei potenziali compratori. Dal 2006 però l'evento è stato spostato presso il Foro Bonaparte, a causa del cantiere che è stato aperto nei pressi della chiesa per la costruzione di un parcheggio sotterraneo.

Basilica di Sant'Ambrogio a Milano: curiosità

Ci sono alcune curiosità interessanti legate a questa chiesa: nella piazza, sul lato sinistro rispetto alla basilica è presente 'la colonna del diavolo'. E' una colonna di epoca romana che presenta due fori, e che secondo la leggenda fu testimone di una lotta tra sant'Ambrogio ed il maligno (che conficcò le sue corna proprio nella colonna nel tentativo di trafiggere il santo). Secondo la tradizione popolare i fori odorano di zolfo e appoggiando l'orecchio alla pietra si possano sentire i suoni dell'inferno.

Invece su una colonna romana presente all'interno della Basilica si trova il 'serpente di Mosè', una scultura in bronzo donata dall'imperatore Basilio II nel 1007. Al serpente si indirizzano preghiere per scacciare alcune malattie e secondo la leggenda la fine del mondo verrà preannunciata dalla discesa dell'animale da questa colonna.

Infine vi segnaliamo che dopo la Rivoluzione Francese, la Repubblica Cisalpina trasformò la basilica in un ospedale militare. Solo con la restaurazione austriaca la chiesa venne riaperta al culto.

Basilica di Sant'Ambrogio a Milano: come arrivare

Si trova nella piazza omonima, Piazza Sant'Ambrogio. Con i mezzi pubblici, la basilica è raggiungibile con la metropolitana (M2 linea verde - fermata S. Ambrogio) oppure con le linee degli autobus 50, 58 e 94.

Basilica di Sant'Ambrogio a Milano: orari

La chiesa è aperta dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00, mentre la domenica è aperta dalle 15.00 alle 17.00.

Da settembre a giugno le messe nei giorni feriali sono alle 8.00 (sospesa il sabato) – 9.00 – 18.30. Il sabato e nei giorni prefestivi le celebrazioni sono alle 18.30 e alle 17.30 in san Nicolao (via san Nicolao). La domenica gli orari sono: 8.00 – 10.00 – 11.00 – 12.15 – 18.00 – 19.00. Nelle domeniche di settembre la messa delle ore 11 è letta e celebrata in lingua italiana mentre la celebrazione in lingua latina delle ore 11 riprende con la prima domenica di ottobre.

Around Milan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail