MAXXI in Web, il nuovo progetto multimediale


Il progetto
Telecom Italia in collaborazione con il MAXXI dà il via a una serie di incontri online con i protagonisti dell'arte contemporanea. Il primo incontro è stato con l'archistar Massimiliano Fuksas il 17 settembre, nell'auditorium del museo e contemporaneamente in streaming sul web. Seguiranno Luigi Ontani, Enzo Cucchi, Michelangelo Pistoletto, Giulio Cappellini, Olivo Barbieri, Francesco Vezzoli, Fernando e Humberto Campana, Moreno Cedroni. Moderano di volta in volta critici e ricercatori, fra cui Achille Bonito Oliva e Andrea Bellini. L'iniziativa non si esaurisce nel live streaming, e i video saranno visibili anche in un secondo momento sul sito MAXXI in Web.

Le critiche
Ma c'è già chi, come Daniele Perra su Il Fatto Quotidiano, considera l'iniziativa un flop, come suggerisce anche la scarsa affluenza di utenti online registrata durante il primo incontro. Secondo Perra c'è uno scarto considerevole tra l'annunciato obiettivo del progetto, "quello di avvicinare il grande pubblico all’universo del contemporaneo [...] avvalendosi delle più avanzate tecnologie messe a disposizione da Telecom Italia" e l'effettiva entità dell'evento. C'è poco di avanzato, in effetti, nel trasmettere in live streaming delle interviste: moltissime realtà, anche molto più piccole del MAXXI, lo fanno già da tempo. Meglio sarebbe stato, secondo Perra "sdoganare, questo sì per la prima volta, in un museo italiano, l’arte elettronica in tutte le sue declinazioni e far conoscere a un largo bacino d’utenza artisti che, grazie alla collaborazione con ingegneri e personalità di ambiti scientifici, hanno contribuito allo sviluppo dei new media".

  • shares
  • Mail