"Impronte" (omaggio a Lévi-Strauss)

Claude Levi-Strauss

"L'impronta della cultura sulla natura diventa una questione intima" nell'esposizione fotografica di Myriam Dao alla Biblioteca Lévi-Strauss dell'Avenue de Flandre di Parigi. Le sue immagini raccontano un percorso personale articolatissimo, un lungo susseguirsi di pellegrinaggi emozionali che l'accomunano al grande antropologo Claude Lévi-Strauss al quale il suo ultimo lavoro è dedicato, come al fotografo americano Alfred Stieglitz che lei stessa cita per donare qualche tratto della sua originale formazione:

Tra il 1987 e il 2005, ho osservato le impronte dell'uomo in Cina. La cosiddetta "Mano dell'Uomo", fissata da Alfred Stieglitz nel 1902. Nello stesso tempo mi sono resa conto che i miei gesti, esprimono molto più che i miei tratti, dei miei occhi obliqui e dei miei sguardi occidentali.

Proprio la Dao della Cina, quella che ha messo in evidenza in Tessere la Terra lo scambio che intercorre tra il lavoro della sostanza originaria e la pittura tradizionale, che da quel territorio trae origine. E' lei stessa a indicare i suoi modelli: "le impronte", ricostruendo le tre dimensioni di un essere storico che si situa nella continuità di due incommensurabili baluardi della cultura novecentesca (ed oltre).

Via | bibliotheques.activites.paris.fr

  • shares
  • Mail