Il Freedom Park di Berlino e la street art

Il Freedom Park di Berlino è un progetto nato dalla collaborazione tra Dudes Factory e 50 street artist per commemorare il 50° anniversario della costruzione del muro di Berlino (13 agosto 1961). E' una mostra a cielo aperto, fatta di blocchi originali del muro che in origine sorgevano presso la famosa Porta di Brandeburgo e che ora si trovano sull'ex linea di separazione tra est e ovest della Germania, nel parco del Nhow Hotel. Inaugurato con una cinque giorni di live paint, dove 13 artisti di fama internazionale hanno dipinto un totale di 17 pezzi di muro, il Freedom Park è visitabile e aperto a tutti e gli eventi correlati, così come le opere d'arte, continueranno fino al 25° anniversario della costruzione del muro. Quindi niente meno che fino al 9 novembre 2014, data in cui si terrà un'asta di beneficenza, i cui ricavi (ma solo per il 50%) saranno devoluti alle organizzazioni per i diritti umani.

Ecco alcuni degli artisti che hanno collaborato al progetto: Miss Van, Thierry Noir, Nunca, mcbess, Superblast, Anton Unai e Low Bros. E' stato chiesto loro di rappresentare il concetto di libertà, in particolare in un contesto come quello di Berlino, in cui è stata negata per decenni e dove il muro ha diviso la città per 28 anni. Il Fredom Park è stato ideato per stimolare nei visitatori un esame critico delle cause e delle conseguenze della divisione tedesca. Ma, soprattutto, dovrebbe servire come promemoria di tutto ciò che la caduta del muro ha portato, compresa la negazione della libertà che ne è derivata. il progetto riutilizza appositamente pezzi del Muro di Berlino come simbolo di speranza e per una risposta pacifica a dittature e sistemi repressivi. E per la Germania, soprattutto, ha la funzione di "memento" : mai più dittature.

Berlin Freedom Park


Via | Sito Ufficiale

  • shares
  • Mail