L'Angelo Incarnato di Leonardo Da Vinci in mostra a Lugano

Domenica 16 ottobre si apre in Canton Ticino il ciclo espositivo Un Capolavoro per Lugano, che, fino all’8 gennaio 2012, porterà l'Angelo Incarnato al piano terra del Museo Cantonale. Venuta alla luce nel 1991 in Germania, l'opera aveva suscitato voci divergenti, dai più puritani ritenuta scabrosa e imbarazzante. Proprio per questa ragione il disegno, da diversi secoli negli archivi dei Windsor, molti anni addietro aveva rischiato di sparire per volontà della regina Vittoria.

Ralizzato nei primi anni del 1500 su foglio blu a carboncino o pastello composto di materie organiche, l'Angelo Incarnato ebbe come modello l’allievo Gian Giacomo Cappotti detto Salai (1480-1523), allievo e con molta probabilità amante di Leonardo. Propria per la connotazione del personaggio, rappresenta dunque la figura dell’androgino, un archetipo tanto caro ai pensatori del neoplatonismo, sintesi perfetta di pulsioni maschili e caratteri femminili.

In contemporanea alla mostra dell'Angelo di Leonardo (a cui seguirà l'esposizione di un altro capolavoro per Lugano), si terrà la mostra Tesori a Lugano, con opere provenienti dalle raccolte civiche e cantonali.

L\'Angelo Incarnato, un disegbo di Leonardo in mostra a Lugano
L\'Angelo Incarnato, un disegbo di Leonardo in mostra a Lugano
L\'Angelo Incarnato, un disegbo di Leonardo in mostra a Lugano

  • shares
  • Mail