L'Alba del Mondo di Antonio Manzi a Orly

L'Alba del Mondo di Antonio Manzi

Antonio Manzi è originario di Montella nell'Avellinese, ma vive in Toscana, e già questo imprime una connotazione particolare alle sue opere che fondono tenacità e coerenza ad uno spirito decisamente visionario. Già agli albori della sua vocazione artistica, si è dedicato ad imprimere su tovaglie e teli di lino disegni di una violenza silenziosa unita ad una sensualità esplosiva. Le sue figure dagli occhi a mandorla, le labbra sensuali e gli sguardi velati, ma anche dita d'artiglio e fiori troppo vivi per essere innocenti. Si è cimentato nelle tecniche più disparate dal disegno alla puntasecca alla ceramica all'affresco, passando per il graffito, la scultura e il collage.

Ben trenta "delle sue fatiche" sono esposte per la prima volta in Francia, al Centro Culturale Aragon Triolet d'Orly precisamente, fino al 28 ottobre, in occasione dell'anno culturale italiano che coinvolge la cittadina della grande banlieue parigina. La mostra intitolata "L'Aube du monde" rappresenta una delle occasioni create dal gemellaggio tra la città di Orly e il Comune di Campi di Bisenzio e permette l'incontro diretto con l'artista, che si tratterrà fino al termine dell'esposizione presso la Città gemellata per accogliere i visitatori e illustrare le sue opere. Nel 2007 il comune toscano ha dato vita al Museo che porta il suo nome, ed ospita più di cento dei suoi lavori, dal quale sono stati tratti anche alcuni dei pezzi visibili nell'esposizione francese. Una testimonianza concreta del suo legame alla comunità e del riconoscimento reciproco, ospitata presso Villa Rucellai.

Via | centre-culturel-orly.fr

L'Alba del Mondo di Antonio Manzi
L'Alba del Mondo di Antonio Manzi

L'Alba del Mondo di Antonio Manzi
L'Alba del Mondo di Antonio Manzi
L'Alba del Mondo di Antonio Manzi

  • shares
  • Mail