Biennale di Venezia 2015: in mostra anche le opere di Romina Power e Marisa Laurito

Confermata la partecipazione delle due signore dello spettacolo al grande appuntamento dedicato all'arte

Tra gli artisti che esporranno le proprie opere alla Biennale d'Arte di Venezia 2015, di scena dal 9 maggio al 22 novembre 2015, ci saranno anche due donne provenienti dal mondo dello spettacolo: Romina Power e Marisa Laurito.

Quest'ultima, nel padiglione del Guatemala all'Officina delle Zattere, porterà un'installazione sulla cucina dal titolo "La grand bouffe", composta da tre tavoli su cui non si mangia nulla:

"A testimoniare la cucina 'esagerata' di questi giorni, il modo esagerato di tenerla in considerazione. Ci saranno tre tavoli in prigione: uno con una fragola OGM gigante, una con la cucina molecolare e una naturista, dove la gallina fa l'uovo direttamente sul piatto"

L'attrice e conduttrice recentemente ha esposto presso la Triennale di Arti Visive, che si è tenuta dal 21 novembre al 3 dicembre 2014 a Roma, e il curatore Radini Tedeschi aveva commentato:

"L'estro di Marisa Laurito richiama, attraverso epoche diverse, il lavorio di Lalique o di Gallè, artisti che operavano nella decorazione prima di ogni altra mansione tecnica. La Laurito infatti eccelle nel decorativismo, nel particolare, giungendo ad una curiosissima sintesi tra il sentire di Koons e quello di Trouille. Se dunque gli Stati Uniti hanno Jeff Koons per celebrare l'American way of life, noi ritroviamo lo stile italiano perfettamente nella sua produzione. Attualissimo è l’utilizzo del silicone nelle sue opere: nell’era della chirurgia plastica questo materiale appare emblematico, stigmatizza lo sfarzo contemporaneo, più che una pittura di 'tocco' simboleggia il concetto di 'ritocco' o ancor meglio di 'ritocchino', oggi diffusissimo nell'epopea della Grande Bellezza. Con una vena ironica Marisa cristallizza questo mondo variopinto e con la sua eleganza lo rende immortale e eterno"

Romina Power invece, che esporrà nel padiglione del Costa Rica, ha scelto come tema la pace,

"che dovrebbe essere lo stato naturale della vita sulla terra. L'uomo, per natura, è più incline alla pace che alla guerra"

Sulla sua partecipazione ha anche precisato:

"Il curatore Gregorio Rossi, quando ha visto le opere non sapeva che fossero mie! Doppia soddisfazione, altrimenti qualcuno avrebbe potuto dire che sono alla Biennale per il mio cognome!"

marisalaurito

Foto | Sito ufficiale Marisa Laurito

Via | Corriere

  • shares
  • Mail