Polyphonies di Paul Klee alla Cité de la Musique di Parigi

Polyphonies di Paul Klee

L'esposizione Polyphonies dedicata al visionario pittore tedesco (poiché pur essendo nato nella città svizzera di Münchenbuchsee la nazionalità elvetica gli venne conferita solo dopo la morte) Paul Klee è estremamente fedele al suo titolo. Una mostra che si gioca sul filo del dialogo nato dalle note che portò alla produzione di tanti capolavori, una "melodia pittorica" che ha tratto ispirazione proprio nella musica, per rappresentare i sogni immaginifici del suo autore. Il teatro dell'evento è la Cité de la Musique di Parigi, un polo situato a nord-est della capitale francese, dotato di sale concerto, anfiteatro e numerosi spazi espositivi e impegnato nella promozione di attività "ad alto tasso culturale", che ospita la sua prima mostra monografica dedicata all'opera di un pittore.

Nato in una famiglia "nutrita di musica", il padre Hans-Wilhelm Klee era laureato al Conservatorio di Stoccarda e maestro di musica all'Accademia di Berna e la madre Maria Ida Frick era cantante professionista e insegnante, violinista a sua volta (per lunghi periodi si mantenne anche con i proventi della sua attività di strumentista presso l'Orchestra di Berna) e follemente appassionato di musica classica. Venerava letteralmente Mozart e Bach, che considerava più moderni del XX secolo, poiché nelle loro composizioni leggeva un ideale preformativo: la polifonia, che rintracciava nella vita stessa e alla quale a suo parere, anche l'arte figurativa dovrebbe ispirarsi.

La musica e la pittura sono due passioni di gioventù tra le quali esiterà per tutta la sua vita. Due aspetti compulsivi che si sono integrati a perfezione in quel movimento della creazione riprodotto dal percorso sonoro e visuale, sviluppato nell'arco di tempo tra la fine del XIX secolo e il 1940, che sarà disponibile fino al 15 gennaio a cura dello storico dell'arte Marcella Lista. Nella consuetudine dell'istituzione organizzatrice, l'esposizione sarà affiancata dall'iniziativa Klee en main, un ate­lier peda­go­gico dedicato ai più piccoli (4–11 anni), che potranno entrare in contatto con le opere del pittore divertendosi.

Via | vousnousils.fr

Polyphonies di Paul Klee
Polyphonies di Paul Klee
Polyphonies di Paul Klee
Polyphonies di Paul Klee
Polyphonies di Paul Klee
Polyphonies di Paul Klee
Polyphonies di Paul Klee

  • shares
  • Mail