Artissima si espande e si rinnova


Ritorna la tre giorni torinese dedicata all'arte contemporanea, giunta alla sua diciottesima edizione. Artissima 2011 va in scena a Torino dal 4 al 6 novembre nello spazio Oval del Lingotto, sotto la direzione di Francesco Manacorda. Il successo della scorsa edizione ha fatto rilanciare l'evento ancora oltre, anche in un periodo di crisi come quello che attraversiamo. «Sono tempi difficili per tutti - afferma Manacorda - ma è proprio questo il momento di andare controcorrente, raddoppiando il raggio d’azione della nostra fiera, bucando le pareti dell’Oval e portando le opere d’arte contemporanea in giro per la città, trasformando il Quadrilatero romano in una vivace succursale by night dell’esposizione al Lingotto: un modo affascinante e inedito per far incontrare artisti, gente, giovani e operatori del settore».

L'altra novità di quest'anno è l'apertura di uno spazio interamente dedicato ai bambini, Artissima Lido, annunciato lo scorso anno. Artissima ospiterà complessivamente circa 150 gallerie, distribuite in quattro sezioni. La principale, Main section, raccoglie le gallerie più importanti del panorama artistico internazionale selezionate dal Comitato. Segue New Entries, con le giovani gallerie giudicate più interessanti e selezionate secondo un criterio preciso, tra quelle con meno di cinque anni di attività e che non hanno mai partecipato ad Artissima. La terza sezione, Present Future, è dedicata invece ad un numero di artisti emergenti indicati da un gruppo di curatori internazionali. Da ultimo Back to the Future, inaugurata lo scorso anno con l'obiettivo di puntare l'attenzione su artisti degli anni '60 e '70 poco conosciuti, ma il cui lavoro appare retrospettivamente significativo e seminale.

Altri due progetti caratterizzano la diciottesima edizione dell'evento: Approssimazioni razionali semplici, collocato al centro del padiglione della fiera, che prefigura un museo immaginato dall'artista torinese Lara Favaretto con la supervisione di Francesco Manacorda e l'Artissima Social Bar, un locale temporaneo dove addetti ai lavori e visitatori potranno incontrarsi ogni sera per scambiarsi impressioni e contatti, favorendo un modo di fare rete sociale e culturale.

  • shares
  • Mail