I capelli di David Lynch hanno un che di artistico


Si sa che David Lynch non è solo regista, visual artist, attore, nonchè esperto di meditazione trascendentale. Lynch è anche pittore e con una certa regolarità sforna mostre con quadri/bassorilievi e installazioni luminose.

Mondi crepuscolari, che ricordano le atmosfere borderline dei suoi primi lungometraggi e che mai indovineresti guardando la sua faccia, diciamolo, piuttosto comune; non fosse per quell'onda inaspettata di capelli candidi, che gli si innalza sulla sommità della testa.

Eccolo l'indizio rivelatore, quel dettaglio che ti induce a sospettare un che di geniale e artistico, che freme sotto le ceneri dell'aspetto formale e della creatività; ecco perchè ci è molto piaciuta l'idea di Jimmy Chen, che alle diverse evoluzioni del ciuffo (seppur maturo, ma ribelle) ha accostato vari capolavori come quelli di Cy Twombly o di Van Gogh, per riprodurre la similitudine del dinamismo originato dalle pennellate.

Immagine | HTML Giant

  • shares
  • Mail