"Obiettivo Sviluppo" nella Piazza del municipio di Parigi

L'AFD (Agenzia Francese per lo sviluppo) compie settant'anni e per festeggiare l'importante genetliaco ha deciso di promuovere un'esposizione fotografica che mostri concretamente gli effetti concreti delle sue azioni per lo sviluppo sulle popolazioni soccorse. "Obiettivo sviluppo. Nuovi sguardi sul sud" è un'idea, partita da un sondaggio secondo il quale il 70% dei cittadini de l'hexagone, desidera essere più informato sull'intervento umanitario della Francia, che si è concretizzata, in partenariato con la celebre agenzia Magnun, nella realizzazione di sette reportage:


  • Agricoltura in Guinea di Jonas Bendiksen. L'appoggio alla filiera del riso di mangrovia per una delle nazioni con il più alto consumo pro capite annuo.

  • Clima in Indonesia di Jean Gaumy. Misure di aiuto all'azione del governo indonesiano per proteggere la foresta e produrre energie rinnovabili efficaci nel terzo produttore di gas ad effetto serra al mondo (dopo Cina e Stati Uniti).

  • Educazione in Burkina Faso di Bruno Barbey. Un progetto di istruzione primaria che ha raddoppiato i suoi allievi in dieci anni, nel paese dove solo il 5% dei giovani arriva agli studi superiori.

  • Crescita in Cambogia di John Vink. Supporto al programma Better Factories Cambodia promosso dall'Organizzazione Internazionale del lavoro e dalla Federazione del imprese tessili, per rinforzare la competitività del settore migliorando il dialogo interno alle fabbriche.

  • Città in Colombia di Thomas Dworzak. Aiuto ai lavori della funivia che legherà i quartieri sensibili di Medellin al centro città, per favorirne l'integrazione e combattere, nel quadro di una politica di inserimento sociale, la discriminazione e la violenza.

  • Salute in Mauritania di Olivia Arthur. Il nuovo forfait ostetrico che permette l'accesso agli esami necessari durante e dopo la gravidanza ad costo fisso irrisorio, nella zona dove si concentrano i due terzi delle morti da parto mondiali

  • Acqua nei Territori Palestinesi di Paolo Pellgrin. La costruzione di una nuova stazione di depurazione a Beit Lahia, nella striscia di Gaza, una delle regioni con la più alta densità di popolazione del globo.

I centoquaranta scatti che sono nati da questa "condivisione di valori", come la descrive il curatore Nolwenn Bodo, sono confluiti nell'esposizione che sarà presente nella centralissima piazza del municipio principale della città di Parigi, fino al 14 novembre.

Via | objectif-developpement.fr








  • shares
  • Mail