Nuove sculture con i giornali di carta di Nick Georgiou


In tutto il mondo non sono molti gli artisti (perlopiù scultori) che lavorano creativamente con la carta, ma quelli che la utilizzano come “materia prima” sono davvero originali. Basti pensare all'arte psichedelica di Jen Stark, agli animali di Anna Wili Highfield (ma la lista potrebbe essere davvero lunga).

Vi avevamo già parlato delle opere di Nick Georgiou, artista di Tucson (Arizona) che utilizza riviste e giornali locali per realizzare le sue speciali sculture. La carta stampata, che, con l'avvento dell'era digitale dovrebbe essere destinata a scomparire, riprende vita in questi lavori che la riciclano e la riportano alla sua natura di 'materiale'.

Il nostro modo di interagire con il testo sta cambiando. Il mio lavoro non rappresenta solo il declino della carta stampata nella società di oggi, ma la sua rinascita come arte", ha dichiarato Georgiou che, dopo aver inaugurato il suo studio/galleria nel centro di Tucson, è protagonista di una mostra in corso fino al 22 novembre al Temple of Music and Art, dal significativo titolo Paper Elegies (Elegie di Carta).

I suoi ritratti di persone e animali sono ironici e leggeri, pur nella loro sensibilità e resa espressionista di colori e sfumature. Molto sottili anche i titoli delle opere. Prosperity of device ad esempio è il ritratto carta/pittura di un uomo spaesato di fronte al nuovo che avanza. Ogni tanto queste sculture 'escono per strada', collocate in posizioni casuali a giro per la città, dove emergono quasi dai rifiuti di cui sono fatti.

Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta
Nick Georgiou - Opere di carta

  • shares
  • Mail