Biennale di Venezia: l’arte italiana

Il Padiglione Italia in Biennale: un senza sbavature, ma che manca di sorprese


Codice Italia, il padiglione nazionale alla 56esima Biennale d'arte di Venezia, si presenta come un tentativo di narrazione per capitoli, rappresentati dalle stanze dedicate a ciascuno degli artisti chiamati dal curatore Vincenzo Trione, che guarda alla continuità con il passato.

Troviamo opere di Claudio Parmiggiani, Kounellis, Mimmo Paladino e Vanessa Beecroft. Tra i giorvani spicca il lavoro del duo Alis-Filliol.

Vincenzo Trione ha opertao una scelta che evita il sensazionalismo e rifugge lo scandalo del fare notizia a ogni costo, ma si ha un po’ l’impressione che forse il Padiglione Italia si è trattenuto fin troppo, adagiandosi sui grandi nomi e abbia perso l'occasione di compiere quel passo in più che sarebbe stato molto gradito.

Biennale di Venezia: l’arte italiana

  • shares
  • Mail