Le sculture eteree e luminose di Cedric Le Borgne

Le sculture luminose di Cédric Le Borgne

Mi piace moltissimo questo artista parigino Cedric Le Borgne, nella serie di sculture Voyageurs sprigiona un assoluto senso di onirismo riguardo alla figura umana. Sono strutture "aeree" in rete da polli, materiale adorato da schiere di virtuosi della plasticità, così docile, così trasversale.

Le Borgne posiziona i suoi grandi corpi nei paesaggi urbani e suburbani, sono elementi fluttuanti, di sostanza eterea (almeno da lontano) e il massimo dell'impatto visivo lo raggiungono nelle installazioni notturne, quando la rete da polli si veste per magia di tante piccole luci.

Cosa vuoke dirci Le Borgne con questi lavori? Ci invita -e questo è un caro vecchio adagio per niente passato di moda- a guardare il mondo che ci circonda con occhi nuovi; sembra che dica: "sognate! sognate gente!" e la gente ha bisogno di sentirselo dire, perchè troppo spesso se ne dimentica. E allora ecco uno dei perchè del fare arte; innalzare lo spirito, suscitare domande, seminare la poesia che poi sboccia negli impensabili angoli del vivere quotidiano.

Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne
Le sculture luminose di Cédric Le Borgne

  • shares
  • Mail