"La Grande astrazione celeste" in mostra a Roma

Che l'arte cinese contemporanea, grazie alle vicende del mercato globale che le sono favorevoli negli ultimi anni, stia prendendo piede in Occidente e infine nella "Vecchia Europa", è un fatto sotto gli occhi di tutti. Ciò non toglie che sia anche una grande occasione per ripercorrere i punti chiave di una tradizione pittorica e plastica che ci è spesso completamente aliena, pur essendosi "abbeverata", soprattutto nell'ultimo secolo, anche ai nostri stessi capolavori. Per chi fosse interessato a questo "viaggio negli stilemi attuali" della Cina, il prossimo appuntamento è nei grandi spazi del Museo MACRO Testaccio di Roma fino al 15 Gennaio 2012 per la mostra "La Grande astrazione celeste".

Una selezione di trentadue opere di quindici artisti cinesi (Yu Youhan - 1943, Li Huasheng - 1944, Lian Quan - 1948, Ma Kelu - 1954, Zhang Jian Jun - 1955, Li Xiangyang - 1957, Liu Xuguang - 1958, Zhang Yu - 1959, Tan Ping - 1960, Meng Luding- 1962, Zhang Hao - 1962, Liu Gang - 1965, Xu Hongming - 1971, Zhou Yangming - 1971, Lei Hong - 1972) appartenenti alle diverse generazioni che si sono susseguite negli ultimi quarant'anni, provenienti dalla "prima mostra che un critico italiano abbia mai curato al NAMOC" (National Art Museum of China). Un "momento artistico" diretto da Achille Bonito Oliva nel 2010, presso l'importante istituzione artistica pechinese, che si è "ripercosso", per volontà dello stesso curatore, nell'expo romana "La Grande astrazione celeste", ricostruendo uno spaccato preciso del panorama attuale.

Ad ulteriore riprova della grande rilevanza dell'iniziativa, l'evento ha il patrocinio dell’Ambasciata Cinese in Italia, è promosso dal Ministero degli Affari Esteri, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è stato inserito nell'ambito della manifestazione "Le vie della seta". Un ricco programma di undici esposizioni in luoghi simbolo della capitale (come le Terme di Diocleziano) più numerose conferenze incentrate sul tema del dialogo tra civiltà e religioni che inaugureranno la Biennale Internazionale di Cultura dedicata a quei Paesi del Medio ed Estremo Oriente, che hanno costituito un mistero per l’Europa, almeno fino ai viaggi di Marco Polo del XIII secolo.

Video da museiincomune

La grande astrazione celeste

  • shares
  • Mail