Murakami a Mondo Bizzarro

Murakami e l\'Anime Revolution
Non c'è dubbio che il mondo degli anime sta all'opera di Takashi Murakami come il fumetto americano alla Pop Art di Roy Lichtestein e Andy Warhol. Con la differenza che in Murakami gli eroi del fumetto sono trasfigurati, estremizzati, perfino irrisi, senza che nulla si perda dell'autentica passione dell'artista per la cultura di massa, un processo di rielaborazione che fa esplodere nelle immagini e nelle sculture l''inconscio di carta' dell'epoca contemporanea.

Ora "il più influente rappresentante della cultura giapponese contemporanea", secondo la definizione di Time, il solo che abbia avuto il privilegio di stravolgere perfino lo scenario solenne della Reggia di Versailles con la sua arte ultrapop, espone una serie di opere che si concentrano proprio sul suo rapporto col mondo degli anime e dei manga. La mostra, Takashi Murakami and the Anime Revolution, è ospitata dalla galleria di Mondo Bizzarro a Roma, dal 3 dicembre al 10 gennaio 2012.

Accanto a una selezione di serigrafie dell'artista giapponese, saranno esposte anche un gran numero di tavole originale realizzate da alcuni fra i più importanti autori di cartoni animati del Sol Levante. In modo da stabilire un confronto, un dialogo serrato tra le figure di personaggi come Daytan, Gundam, Daltanious, Rocky Joe, e le rielaborazioni originali di Murakami.

Murakami e l\'Anime Revolution
Murakami e l\'Anime Revolution
Murakami e l\'Anime Revolution
Murakami e l\'Anime Revolution
Murakami e l\'Anime Revolution

  • shares
  • Mail