Art Basel Miami 2011 - Una panoramica


E' la fiera più importante degli Stati Uniti ed è giunta quest'anno alla sua decima edizione, Art Basel Miami non ha deluso le aspettative e anche in tempi di crisi pare che le vendite siano state di tutto rispetto; tanto per avere un'idea, già il primo giorno il White Snow Dwarf di Paul McCarthy è stato acquistato per 900.000 dollari da Hauser & Wirth. Allora facciamo un piccolo tour (in roller sarebbe meglio) lungo la manifestazione conclusa ieri, che ha visto esporre più di 2.000 artisti e che quest'anno più che mai ha coinvolto un po' tutta Miami Beach.

Tra le cose sicuramente da non perdere quando ci si trova nel magma di cose da vedere in una manifestazione artistica come questa, imperdibile è certamente il corollario di parties, aste, mostre ed eventi, che hanno impazzato in città a ciclo continuo in una sorta di enorme tableaux vivent contemporaneo. Altro must da non mancare, la sezione Art Public in collaborazione con il Bass Museum, che ha riempito il Collins Park delle sculture di artisti internazionali come Anish Kapoor, Antony Gormley, Damien Hirst e Rachel Feinstein, selezionate da Christine Y. Kim. Tappa importante anche al New World Center, già solo per vedere l'edificio disegnato da Frank Gehry -diciamo ancora fresco dell'inaugurazione dello scorso febbraio-, che ospita la sezione Art Video con le video-opere di Alex Hubbard, Matt Saunders, Thomas Julier e Cédric Eisenring, Pierre Bismuth e Jacco Olivier; mentre alla sezione Art Film è stato presentato Gerhard Richter Painting di Corinna Belz.

Entriamo nel clou adesso con uno sguardo d'insieme alle 250 gallerie che hanno partecipato da tutto il mondo; grande prevalenza ovviamente degli americani (su tutte le gallerie newyorkesi capitanate da Mary Boone) e soprattutto del collezionismo sud-americano (tante le presenze da Sao Paulo), che qui diventa un po' il barometro della situazione; dall'Italia c'erano la Galleria Massimo De Carlo, Kaufmann Repetto, la Galleria Franco Noero, la Galleria Christian Stein, la Prometeogallery e la Galleria Francesca Minini che ha approdato al caldo e alle spiagge di Miami Basel per la prima volta. Dicono che se volevi avere un vero assaggio di novità il posto giusto erano le mostre e gli esperimeni curatoriali di Art Kabinett, ma visto che purtroppo non c'eravamo, consoliamoci dando un'occhiata al video del primo giorno di apertura.

  • shares
  • Mail