L'arte segreta di Marta Freud

L\'arte segreta di Marta Freud

Nel primo Novecento - sotto lo pseudonimo di Tom Seidmann-Freud, spesso abbreviato semplicemente in "Tom" - Marta, l'eccentrica nipote di Sigmund Freud, ha illustrato una serie di meravigliosi libri per bambini. La donna si tolse la vita nel 1930, all'età di 37 o 38 anni, un anno dopo che il sucidio di suo marito. Il triste finale della sua esistenza non si riflette nel suo lavoro, avvolto da una carica sognante e a volte naif.

Marta era una personalità stravagante ed emotivamente instabile, che oltre ad adottare un nome maschile era solita vestirsi da uomo. Le sue opere hanno una grazia e una leggerezza rare; in esse sono spesso presenti persone e oggetti semplici, resi però in modo molto preciso con l'inchiostro, i contorni accuratamente riempiti con l'acquerello attraverso la tecnica grafica 'au pochoir', che prevede l'uso di stencil. Tra le opere dell'illustratrice Buch Der Hasengeschichten (Il libro di racconti del Coniglio, 1924), Die Fischreise (Il viaggio del pesce, 1923) e Il libro delle cose, con le poesie di Hayim Nachman Bialik, tutte edizioni piuttosto rare. Ve ne proponiamo una selezione. Per saperne di più visitate l'ottimo sito a lei dedicato.

L\'arte segreta di Marta Freud
L\'arte segreta di Marta Freud
L\'arte segreta di Marta Freud
L\'arte segreta di Marta Freud
L\'arte segreta di Marta Freud

  • shares
  • Mail