Banksy e gli scandali sessuali della Chiesa


Banksy

ha commentato a modo suo lo scandalo degli abusi sessuali sui bambini commessi nella Chiesa cattolica. L'artista più sfuggente e misterioso del momento, ha realizzato un busto scolpito di un sacerdote, chiamato Cardinal Sin ('Cardinal Peccato'), oscurandone il volto. La scultura ricalca un busto in pietra del 18esimo secolo, al quale l'artista ha asportato il volto sostituendone i connotati con un mosaico di piastrelle da bagno, per riprodurre l'effetto pixelato usato in televisione per impedire l'identificazione delle vittime di crimini sessuali.

Annunciando il prestito a tempo indefinito del pezzo al Walker Art Gallery di Liverpool, Banksy suggerisce in modo implicito ma inequivocabile che il suo Cardinal Sin è un simbolo degli abusi sessuali sui bambini da parte dei sacerdoti cattolici. Descrivendo la statua come un regalo di Natale, l'artista ha dichiarato: "In questo periodo dell'anno è facile dimenticare il vero significato del cristianesimo - le menzogne, la corruzione, gli abusi".

Il busto è stato esposto al pubblico per la prima volta giovedì nella galleria Walker 17th Century Old Masters, accanto alle opere di antichi maestri come Van Dyck e Poussin. Reyahn King, direttore delle gallerie d'arte al National Museums Liverpool, ha detto che il Walker è stato "entusiasta" di mostrare l'opera di un "grande artista contemporaneo".

Via | The Guardian

  • shares
  • Mail