La Belle Epoque secondo Giovanni Boldini

Le donne, le donne, esseri volatili ancorati alla stoffa morbida dei loro vestiti eleganti. Le figure del pittore Giovanni Boldini sembrano quasi "gridare vendetta" alla grazia infinita che le ricopre, che avvolge, che le restituisce come entità al limite del reale. La sua è un'arte del ritratto che esalta e schiude proprio l'innata e tenerissima derivazione della bellezza, quell'aurea che ingloba le donne candidamente presenti nelle stanze dorate, come bei gioielli tra gli arredi d'epoca.

Il video è la loro sfilata, come d'altronde capita spesso, splendidi astri nascenti catturati nel pieno del loro fulgore, quando i tratti sono pieni di promesse e la felicità non sembra ancora un miraggio. Loro che danzano, volteggiano e si fermano un attimo con la bocca socchiusa a farsi osservare. Loro, le cui mani chiare stringono delicatamente al petto un ventaglio, una pochette, un sogno, come per trattenere un desiderio fugace. A cavallo, in pose teatrali, sensuali o romantiche, tentatrici, cacciatrici e animatrici di giochi di bimbi. Sono loro la summa eterea di un'epoca mitica!

Video da shivabel

  • shares
  • Mail