Maria Papa. "La materia dell'anima" da Cortinaarte!

Maria Papa.
"La forza dell'anima" è quel sottile filrouge che attraversa tutte le opere di Maria Papa, scultrice polacca il cui destino "ha sposato" la Francia, e anche il nome scelto per la mostra curata da Flaminio Gualdoni, visitabile fino al 4 febbraio prossimo presso lo spazio espositivo Cortinaarte di Milano, nella quale saranno presenti anche alcuni gioielli artigianali realizzati dalla nipote Edith Laure Rostkowski. Una formazione in architettura e Belle Arti a Varsavia, la partecipazione attiva alla resistenza, il matrimonio con il Ludwik Rostkowski Jr, giovane politico emergente della Social-democrazia polacca, la nascita del figlio Nicolas (oggi gallerista proprio in quel di Parigi), lunghi periodi di studio nella "capitale francese dell'Arte" dove avviene l'incontro fatale con il giornalista e critico Gualtieri di San Lazzaro, fondatore e animatore della rivista XX siècle, ne hanno fatto una figura incontournable, ricchissima di sfaccettature e allo stesso tempo profondamente commuovente.

Nonostante sia impossibile descrivere appieno la sensazione di pace trasmessa dalle sue sculture levigate, ciò non toglie che la loro semplice immagine rievochi una sorta di confronto aspro, con una vita tanto dura quanto appagante, una specie di continuo camminare sul limitare di un abisso terribilmente presente, con la coscienza della responsabilità della serenità. Forse proprio per questo una delle sue opere-simbolo, dal evocativo titolo "Promesse de Bonheur", è l'unico lavoro di un'artista non francese esposto alla sede dell'Assemblée Nationale.

Immagini tratte dall'esposizione virtuale dedicata all'artista

Via | cortinaarte.it

Maria Papa.
Maria Papa.
Maria Papa.
Maria Papa.
Maria Papa.
Maria Papa.
Maria Papa.
Maria Papa.

  • shares
  • Mail