Zim & Zou, scolpire con la carta

Zim & Zou sculture di carta

Il loro hamburger di carta spicca sulla cover di Icon Magazine, Zim and Zou sono due paper artists francesi -di Nancy- straconosciuti ormai per le loro sculture di carta colorata. Hanno realizzato, per dirne una, le belle installazioni per la pubblicità della Eni e la loro ultima fatica è sempre un soggetto pop, in colori fluo, con forme amiccanti.

Il giovane duo (Lucie Thomas e Thibault Zimmermann sono entrami venticinquenni) attinge all'immaginario consumistico anni '80, colorato, allegro, invitante; è il mondo fatato e illusorio del richiamo pubblicitario, della soddisfazione immediata di ogni impulso, della voracità visuale.

Per ritrovare quell'atmosfera basta vedere la serie Back to Basics, con le rivisitazioni degli oggetti culto degli anni '70/'80: la macchina fotografica instant Polaroid, il Gameboy, il primo, enorme telefono cellulare, il Walk-man e il floppy-disk. Lo sguardo insomma, è rivolto all'indietro, con una lente però che come spesso accade, tende ad edulcorare la realtà dei fatti. Sono spicchi di antropologia contemporanea, ma già che siamo in tema, se vi capita date un'occhiata ad Icon di febbraio 2012, è tutto dedicato alla cultura del cibo, vista in prospettiva design.

Zim & Zou sculture di carta
Zim & Zou sculture di carta
Zim & Zou sculture di carta
Zim & Zou sculture di carta

Foto | Behance

  • shares
  • Mail