I Ritratti d'Artista di Aurelio Amendola


Le opere e le installazioni di solito catturano tutta la nostra attenzione e ci fermiamo rapiti a contemplarle per carpirne i messaggi sottesi; ma molto, davvero molto, si può capire anche osservando gli artisti, una miniera di informazioni aggiuntive sui perchè di un certo iter creativo. Aurelio Amendola (noto anche per aver documentato le sculture del Rinascimento italiano) ha fotografato molti pittori e scultori famosi del '900, e adesso una selezione delle sue opere è in mostra in due sezioni alla Fondazione Marconi di Milano fino al 17 febbraio 2012.

Nelle immagini di “Pinacoteca di Ritratti d’Artista”, scattate tra il 1970 e il 2000 si vedono questi personaggi catturati nel loro habitat naturale, come De Chirico seduto in una gondola o Marino Marini in spiaggia con un cavallo (suo soggetto tipico); l'occhio dell'artista è vorace e si nutre costantemente del reale, anche la situazione più normale viene assimilata in ogni dettaglio per poi rinascere sulla tela in forme e colori nuovi e inaspettati. E Amendola era lì, passava giorni, settimane con questi maestri di cui era amico e che gli concedevano di star loro vicino.

Al secondo piano della galleria c'è la serie di foto “Happenings”, in cui l'obiettivo del fotografo si avvicina all'opera d'arte, ritraendone le fasi della realizzazione, dagli stadi iniziali al work in progress; Enzo Cucchi in azione a Pietrasanta, Recalcati che dipinge bendato, e gli scatti di Emilio Vedova nel suo studio come un camaleonte mimetizzato: felicemente imbrattato di pittura, occhiali compresi, a esprimere l'urgenza e l'impazienza dell'estro creativo. Volete saperne di più di Aurelio Amendola? Osservate bene la foto sopra.

  • shares
  • Mail