La nuova vita del Plart di Napoli

Plart di Napoli
L'idea fondante del Museo napoletano tutto dedicato alle materie plastiche, passa per una passione personale, quella di Maria Pia Incutti, imprenditrice e collezionista d’arte che si è dedicata per ben trent'anni (sotto la curatela dell’arch. Nunzio Vitale) al "mondo dei polimeri" raccogliendo oltre 1.500 oggetti che sono entrati a far parte della collezione permanente del Plart. La missione di questa singolare istituzione, nata nel 2008 nel cuore pulsante del tessuto metropolitano partenopeo, passa proprio per "l'innovazione tecnologica, il recupero, il restauro e la conservazione delle opere d’arte e di design in materiale plastico", e si propone come luogo d'incontro tra le "diverse anime" che circondano questo universo affascinante e colorato.

Perché se questa "moderna creta" al servizio della creazione contemporanea, è soggetta allo scorrere del tempo e necessità di opportune pratiche di manutenzione, ciò non toglie che il Plart ne esplori anche le innumerevoli potenzialità suggestive ed aggregative. Si tratta, in poche parole, di uno spazio polifunzionale che intreccia prospettive provenienti dal design con l'attenzione scientifica nei confronti della plastica, considerata non solo nella sua natura di materia prima, ma soprattutto nell'accezione di sostanza funzionale all'espressione artistica; configurandosi come nuova meta artistica nel variegato panorama all'ombra del Vesuvio.

Via | plart.it

Plart di Napoli
Plart di Napoli
Plart di Napoli
Plart di Napoli
Plart di Napoli

  • shares
  • Mail