Basquiat firmava con inchiostro invisibile: lo rivela l'analisi agli ultravioletti di 'Orange Sports Figure'

Di solito le aste di arte contemporanea sono piuttosto semplici, si tratta della vendita di uno speciale bene di lusso tra privati (in rarissimi casi troviamo tra i protagonisti anche enti pubblici). A volte però capita che un quadro, posto sotto i riflettori (o meglio ancora sotto i raggi ultravioletti), tiri fuori qualche sorpresa.
In questi giorni sta per essere battuto all’asta da Sotheby's a Londra un quadro di Jean-Michel Basquiat del 1982 dal titolo Orange Sports Figure. Come alcuni di voi sapranno SAMO (SAme Old Shit, l’acronimo con cui l’artista firmava le sue prime incursioni urbane, fatte di semplici scritte sui muri) non ha lasciato molte opere firmate e questo potrebbe aver aperto la strada ad alcuni falsi.
L’analisi spettrometrica a cui è stato sottoposto il quadro, ha rivelato che Jean-Michel lo ha segretamente firmato con inchiostro invisibile. Che si tratti di uno scherzetto del “radiant child“ che si divertiva ad usare questo inchiostro simpatico arrivato nei negozi proprio nei primi anni ‘80?

Il quadro, il cui valore è stimato tra i 3 e i 4 milioni di sterline, potrebbe registrare un’impennata nell’Evening Sale di stasera.

Orange Sports Figure e i segreti di Basquiat

  • shares
  • Mail