Sotheby’s non conosce crisi


A quanto pare l'arte contemporanea continua a resistere come un baluardo nella bufera della crisi economica generale, attestandosi come uno dei pochi rifugi degli investitori. In particolare la casa d'aste londinese Sotheby's batte il record nell'asta del 15 febbraio di quest'anno, aggiudicandosi oltre il 90% dei lotti proposti all'incanto, con un incasso di quasi 61 milioni di euro. Qui sono circolati acquirenti provenienti da oltre 20 paesi e 9 opere sono state vendute ad oltre 1 milione di sterline, mentre ben 21 lotti sono stati aggiudicati con più di 1 milione di dollari.  

Protagonista assoluta l'arte italiana con Alberto Burri, battuto al doppio della stima iniziale per 2 milioni di euro. Il suo Nero Plastica (1965), un’importante plastica nera vulcanizzata è partito da una stima iniziale di 800.000 - 1.200.000 sterline è stato aggiudicato ad oltre il doppio per 2.057.250 sterline, pari a 2.464.379 euro. Ad acquistarla e' stato un mercante d'arte che ha richiesto l'anonimato. Il record assoluto per Burri era stato registrato nell’Italian Sales di Londra nell’ottobre dello scorso anno, con Combustione Legno (1957), battuto a  3.177.250 sterline.

  • shares
  • Mail