La simulazione della realtà secondo Christoph Büchel

Ecco un' esibizione che mi piacerebbe vedere in Italia, alternativa e coraggiosa. Si tratta dell'installazione Simply Botiful dell'artista svizzero Christoph Büchel Christoph Büchel, visibile ancora per poco all'Hauser & Wirth Coppermill Hauser & Wirth di Londra.

Considerato l'evento dell'anno 2006-2007, consiste nell'esplorazione di stanze ricreate come luoghi abitati, si presuppone, da poveri lavoratori immigrati. Sono sporche, decadenti, senza finestre, soffocanti. E' come un viaggio allo scoperta di spazi oscuri, con cui si può interagire, quello che poi è "costretto" a fare il visitatore.

Scale, oggetti ammassati vecchi e in disuso, caravan in cui entrare. Il richiamo alla realtà delle fabbriche del sudore, dell'immigrazione, della povertà e della pornografia è evidente, ma è solo una parte del messaggio complesso di questa esposizione. Il lato oscuro di questa nostra civiltà.

  • shares
  • Mail