Mirò, poesia e luce in quel di Roma

Mirò, poesia e luce
Dopo Mirógrafie, l'evento milanese organizzato dagli studenti studenti del Collegio di Milano e del Gruppo Iride, ecco un altra "italica occasione" per ammirare le opere di Joan Miró. Nella splendida cornice classicheggiante del Chiostro del Bramante si potranno "incontrare", dal 16 marzo al 10 giugno, più di ottanta lavori del grande artista catalano che arrivano per la prima volta nel nostro paese grazie alla gentile concessione della Fundació Pilar i Joan Miró di Palma di Mallorca.

Miró! Poesia e luce è un'esposizione unica nel suo genere che, oltre a guidare i visitatori alla scoperta di terracotte, bronzi, acquerelli ed oli del celebre maestro, si concentrerà nella ricostruzione dell'atmosfera dell'ultimo atelier sull'isola di Maiorca, nel quale Miró visse e lavorò dal 1956 fino alla morte (avvenuta nel 1983) a contatto con una delle sue più grandi fonti di ispirazione: la natura.

Sotto la direzione della curatrice María Luisa Lax Cacho, per merito del sostegno di Arthemisia Group, 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE, e in collaborazione con DART Chiostro del Bramante, si è infatti operato al fine di riportare i presenti all'interno di uno spazio fedele a quello creativo dell'artista, nel quale saranno visibili molti dei suoi strumenti originali, e gli stessi pennelli con i quali dipingeva, oltre ad una pregevole collezione di grandi opere, in una singolare esperienza di immersione nel fluido dell'arte!

Via | romeguide.it

Mirò, poesia e luce
Mirò, poesia e luce
Mirò, poesia e luce
Mirò, poesia e luce
Mirò, poesia e luce

  • shares
  • Mail