115 fogli di Mirò in mostra a Torino

Mirò in mostra a Torino
Mirò e le sue stampe, ancora Mirò, sembra quasi che sia diventata una splendida ossessione di fine inverno che, dopo aver preso le forme milanesi delle Mirografie ospitate presso l’Hospitale dei pellegrini SS. Pietro e Paolo e quelle "luminosamente romane" al centro della mostra al Chiosco del Bramante, ritorna impossessandosi di un discreto numero di stampe originali esposte in un'altra grande città. Ben 115 fogli, testimoni del tratto sicuro e dell'inarrestabile patrimonio immaginativo del loro catalano autore, si lasciano osservare, fino 28 aprile, nella Galleria L’Arte Antica di Torino e nel catalogo a colori che completa con riferimenti tecnici e bibliografici, l'affascinante percorso dell'esposizione.

Tali inestimabili "pezzetti di storia artistica", oltre a consegnare agli occhi dei visitatori uno spaccato fedelissimo della vivacità e freschezza del loro creatore, lasciano intendere le caratteristiche fondanti di una vastissima produzione che, con la sua "consistenza globale" di più di duemila lastre, può essere a buon diritto confrontata direttamente con quelle di Picasso e Chagall. Una considerevole parte delle opere di Mirò, come accadeva anche per altri artisti precedenti e suoi contemporanei, nascevano già destinate ad un futuro di litografie, per essere riprodotte e diffuse secondo una tradizione che risaliva ai tempo di Dürer e che si è scontrata, naufragando, con alcune politiche di limitazione artificiosa volta a far lievitare il valore degli esemplari già realizzati e che ha dato luogo ad aumenti esponenziali delle quotazioni, come dimostra il record di 99.000$ raggiunti presso la sede newyorkese di Sotheby’s da un'edizione di lusso, con firma autografa, della Femme au miroir.

Via | artribune.com

Mirò in mostra a Torino
Mirò in mostra a Torino
Mirò in mostra a Torino
Mirò in mostra a Torino
Mirò in mostra a Torino

  • shares
  • Mail