Dario Fo in mostra Milano

dario fo

Verrà inaugurata il 24 marzo a Palazzo Reale la grande mostra di Dario Fo, "Lazzi, sberleffi, dipinti", proprio il giorno del suo 85esimo compleanno. Oltre 400 opere, quadri di grandi dimensioni, arazzi, bozzetti, maschere e disegni che fanno parte anche della carriera teatrale di Fo (la stessa che gli valse il premio nobel nel 1997). È in questo modo che la città di Milano dà il giusto riconoscimento a uno dei suoi artisti più rappresentativi. Stefano Boeri, assessore alla Cultura, ha dichiarato nel corso della conferenza stampa per la presentazione della mostra: "E allora, con ingiustificabile ritardo, proviamo noi a colmare quel debito verso una tale personalità dell'arte, della cultura, della politica". Il riferimento è alla giunta comunale all'epoca del nobel, che non espresse riconoscimenti o congratulazioni di alcun genere all'artista.

Appassionato dei grandi maestri (Michelangelo, Leonardo, Mantegna, Caravaggio e altri), Dario Fo ha dichiarato: "Da quei grandi maestri ho imparato che ogni artista deve parlare sempre del tempo in cui vive. Se no l' arte è inutile .Per questo chi vedrà la mostra vi troverà quel che succede oggi in questo Paese. Per capire dove stiamo andando, per cercare di correggere la rotta e salvarci per quanto possibile". L'arte come attualità, quindi. Ecco allora che nella mostra figureranno opere sul terremoto de L'Aquila, sul movimento No Tav e sulla Primavera Araba. In attesa dell'apertura ufficiale dell'esposizione, l'artista sarà disponibile presso le sale che danno su Piazzetta Reale (solo su prenotazione fino ad esaurimento posti ma gratuitamente) fino al 18 marzo per incontri pubblici.

  • shares
  • Mail